LondonONEradio - CORSI RADIO ONLINE

Store My Library Chi siamo Ariticoli sulla radio Lascia la tua mail Cosa dicono della radio News Letter LOGIN

Blog Londononeradio corsi radio

La Radio è il teatro della mente.
(Steve Allen)

In radio si parla tanto, ma dobbiamo scrivere molto ("Less is more")

In radio si parla tanto. Lo speaker parla, parla, sembra a ruota libera. Ma non e' cosi'. Tutto si basa su un copione, su una scrittura. 

Ricordiamo che Fellini prima di diventare il grande Fellini, e' partito a fare radio e scriveva i testi che poi venivano letti in trasmissione.

Non si puo' andare in radio senza prima una scrittura. E attenzione non e' la classica scaletta, quella sintetizza i cardini della scrittura del programma.

Insomma una ottimo speaker e' quello che far apparire tutto semplice, scorrevvole ma che nasconde le "difficolta'" di una scrittura bene strutturata.

Quindi in radio ci sono gli autori e poi gli speaker, o in epoche moderne, lo speaker e' anche autore dei testi che lui stesso scrive.

La prima cosa da fare in una scritttura radiofonica, e' di snellire il piu' possibile notizi, fatti, e quantaltro e trovare un linguaggio semplice e dinamico che arrivi suvito agli ascoltatori.

In altre parole a differenza di altre scritture in radio si lavora a...

Continue Reading...

Lo spot radiofonico per pubblicizare la tua attivitra' e' valido?

Londra ( Sara Basotti) Spesso le imprese si chiedono come e dove fare pubblicita', quale e' la forma migliore e dinamica per fare la pubblicita'. E l'83% delle aziende in italia e in europa scelgono il mezzo radiofonico

Le azienda ancora oggi preferiscono la radio per pubblicizzare i loro prodotti, piu' che la TV. Ma non ci si chiede mai come un radio realizza uno spot, per ottenere la massima efficacia, ( anche se alla fine no ne' detto che il prodotto venga aquistato, ma a buone possibilita' di esserlo).

Attenzione, una radio ( seria)  per realizzare uno spot per una azienda, mette in moto una macchina complessa, fatta di tecnici, sviluppatori di frasi, prove radiofoniche, ricerca di parole chiave etc,  per, veicolare le peculiarità di chi ha investito in quella radio. 

Ancche lo studio dell'inserimento nel palinsesto e' una operazione importante da studiare bene, a seconda della fascia oraria e il pubblico, e soprattuto studiare bene ( per la...

Continue Reading...

Il ruolo della radio nei momenti di crisi

Londra - Da quando e' stata inventata la radio, ha sempre avuto un ruolo di estrema importanza nelle nostre vite, sopratuttio nei momenti di crisi.

Basti pensare ai periodi bellici, prima e seconda guerra mondiale, nelle trincee, la radio ha assunto un ruolo fondamentale.

 In ogni situazione difficile di crisi la radio c'e' sempre stata, pronta a fare compagnia, a rassicurare, ad aggregare, ad informare.

In questa situazione di pandemia dovuta al covid, ancora una volta la radio si mostra il mezzo piu' ascoltato dalle persone. E' considerato molto piu' affidabile della televisione, un'amica sincera, confortevole, che ti fa ridere, riflettere, pensare. 

E' una dato statistico che il 90% delle persone preferisce e crede molto di piu' nelle notizie date da una radio che da qualsiasi altro mezzo ( compreso i social) . 

Con l'avvento delle radio moderne in Streeming, poi, il livello di attenzione e dedizione  per la radio e' aumentato moltissiomo, come e'...

Continue Reading...

L’importanza della resilienza radiofonica. Come superare un errore quando siamo live

Lo speaker, puo' prepararsi e studiare tutto quello che c'e' da sapere, ma la diretta e' come nella vita, che puoi studiare tutto e pianificare tutto ma alla fine succede sempre qualcosa, un imprevisto non calcolato che ti blocca il respiro: E questo in radio e' la fine!

Come si superano i momenti di panico? I momenti in cui una parola non ti viene, o fai un errore?

Si superano con la Resilienza radiofonica, usare quell'errore o quella scivolata a tuo favore! Come dovremmo fare nella vita.

Chi fa Radio, lo sa bene che in una conduzione si possono commettere degli errori, puo' capitare che non ti ricordi il nome di un artista famoso, sbagli a pronunciare un nome in inglese, oppure all'improviso smette di andare il mic. 

Per superare questi momenti di panico un buon speaker deve andare avanti lo stesso, mai fermarsi, e fare leva "giocare" sulla dimenticanza o imprevisto. 

I 10 errori più frequenti che si fanno in radio

Deve giocarci talemente bene, che deve sembrare fatto apposta, e far divertire l'ascoltatore. 

...

Continue Reading...

Sapete chi e' stato il primo speaker radiofonico?

Tutti, piu' o meno sanno chi ha inventto la radio ( o dovrebbero): Guglielmo Marconi, e noi di LondonONEradio abbiamo dedicato un documentario che racconta la storia della radio tra l'Italia e l'Inghilterra.

Ma pochi sannno, o si sono chiesti chi e' stato il primo speaker radiofonico della storia, colui che ha dato inizio alle trasmissioni radio tra musica & Parole.  Facciamo un passo indietro:

Marconi ebbe una intuizione geniale, poi altri raffinarono con mezzi elettrici l'idea di Marconi, il quale fino alla sua morte collaboro' con altri scienziati e  inventori come Reginald Aubrey Fessenden inventore delle trasmissioni in modulazione di ampiezza AM), il quale riusci' a trasmettere per la prima volta nell'autunno del 1900, non un segnale ma la sua voce  da Cobb Island via wireless, anche se solo per la distanza di un miglio.

Fessenden iniziò una sperimentazione radio limitata e presto giunse alla conclusione che avrebbe potuto...

Continue Reading...

Come posso lavorare per una stazione radio?

Ecco alcuni consigli per lavorare in una stazione radio

Il primo passo è lavorare come stagista o come membro del team del dipartimento Promozioni, (PR&Eventi). In entrambi i casi dovete farvi il c... il mazzo. 

Un consiglio che vi diamo e' quello di proporre un vostro lavoro. Un tempo si lasciavano nelle vecchie radio, una cassetta a nastro, con qualche provino. Oggi potete farlo con un file Mp3 e via mail. 

Presentarvi gia' con un progetto, magari lo bocciano, ma intanto e' un modo diverso, alternativo, originale che supera il vecchio e noioso CV.

Non chiedete subito posizioni, aspettate che ve li propongono, partite come stagista, il 99% delle volte si crede di sapere fare radio, ma non e' cosi.

 Apprendete il piu' possibile. E dimostrate a voi stessi che potete aspirare ( ed ottenere) ruoli sempre piu' importanti in radio.

 Sii affidabile, cortese e fai molte domande. Una volta che hai capito cosa ti piacerebbe fare in radio, impara il...

Continue Reading...

Quanto guadagna uno speaker in radio?

Prima di pensare al guadagno uno speaker radiofonico dovrebbe avere la passione per farlo, ma come si sa la passione sola non basta per comprarsi il pane.

Allora la domanda e' quanto guadagna uno conduttore radiofonico?

Dipende in quale radio lavora. E' chiaro, se l'emittente e' grande guadagna bene, se l'emittente e' piccola guadagna poco.  Uno speaker molto noto di una radio conosciuta a livello nazionale, il suo salario sara' piu' alto di una piccola radio locale di periferia. 

Ma di base, dipende dal contratto con la radio o la societa' di radio:  si hanno due tipologie di contratto, quello permanete ( dipendente dell'emittente) e quello da free lance ( libero professionista)

C'e' anche da dire che i contratti possono cambiare da paese a paese, in questo caso i contratti in UK sono diversi da quelli italiani, ma il principio e' il solito descritto precedentemente. 

Cerchiamo di analizzare il caso italiano, in primis. Una delle tipologie  piu'...

Continue Reading...

Podcast nelle aziende la nuova frontiera del business

I podcast e' un dialogo con gli ascoltatori, una forma particolare "intima" tra uno speaker e chi ascolta. L'era dei podcast in Italia sta crescendo molto, in altre nazioni come USA o Inghilterrra sono da anni che usano i podcast come una forma di linguaggio, e di confronto con chi ascolta.

Una sorta di appuntamenti fissi ogni giorno che accompagnano l'ascoltatore in un mondo particolare dove puo' trovare nozioni fondamentali su particolari argomenti di suo interesse.

Quando ci spostiamo su una azienda, il podcast diventa una sorta di contenuti originali sui prodotti o sulla storia della azienda stessa . 

Le aziende oggi vogliono sperimentare il podcasting, per dare nuovi orizzonti al business, in pubblicita' o far conoscere i prodotti piu' nello specifico, facendo " un modo diverso di pubblicita' " .

vedi il link https://www.londononeradiocorsiradio.com/corse-3-di-dizione-sales-page

Con una pubblicita' normale, quelle conosciute, i prodotti spesso vengono visti dal...

Continue Reading...

Cosa vuol dire Video Corso? Che differenza c'è con un corso normale?

I video corsi sono un nuovo e comodo modo per partecipare alle lezioni da remoto.

Seduto al pc o tramite iPad e cellulare, puoi assistere ad una lezione alla volta, fermarla quando vuoi, ricominciare il giorno dopo, o finirle tutte d'un fiato.

Un video corso non ha nulla da invidiare ad uno face to face: sono ugualmente esaustivi, completi e tramite il nostro staff disponibile 7/7 potrai fare prove pratiche, esercizi, e anche venire a trovarci in radio.

Abbiamo scelto un tipo di approccio online in quanto la nostra radio (Londononeradio.com) è seguita dagli italiani sparsi in tutto il mondo: in questo modo tutti potranno parteciparvi indipendentemente dalla propria localizzazione geografica, e iniziare così la propria carriera nel mondo radiofonico.

Una volta acquistato un corso, e dopo aver preso parte alle lezioni, potrai contattare la nostra redazione e iniziare così la parte pratica. Questa può essere fatta sia nei nostri studi, sia da...

Continue Reading...

Cosa serve per lavorare in radio?

 

Per lavorare in una radio, sono molte le cose che servono, ma siamo qui per aiutarti. 

Prima di tutto bisogna studiare le tecniche necessarie per fare radio. Senza uno studio di un corso e la pratica con uno stage in una radio e' impossibile lavorare o proporsi per lavorare in radio.

In primo luogo la conoscenza dei metodi e del linguaggio per radio sono fondamentali, e le due cose sono indivisibili. 

Non e' importante avere una bella voce ( anche se aiuta molto), ma e' fondamentale e necessario avere il linguaggio giusto per catturare l'attenzione dell'ascoltatore. 

Non solo, avere la capacita' anche di improvvisare, e farlo bene.  Un buon linguaggio, tecnica e improvvisare,  sono le basi per proporsi in una radio. 

Ma non basta, se hai un linguaggio spigliato, ma non sai usare le parole giuste, non serve a nulla. Cosi' se hai una buona tecnica ma non hai un buon linguaggio non puoi fare radio.  Devi avere una struttura omogenea. 

Ecco che i...

Continue Reading...
1 2
Close

50% Complete

Two Step

Lascia il nome e la tua mail, riceverai il primo passo sulla formazione. E avrai tutti gli aggiornamenti. Un modo per rimanere sempre in contatto con noi.

grazie